Mathew Youlden - Super Polyglot Guy

Come abbiamo provato a fare i molti degli articoli del nostro blog, anche in questo vi offriamo un nuovo point of view sull’apprendere una lingua straniera. Per farlo questa volta abbiamo “preso in prestito” l’entusiasmo di un giovane di Manchester che con disinvoltura padroneggia ben 11 lingue straniere. Vi raccontiamo come ci è riuscito e riportiamo qui alcuni dei suoi consigli.

Lui si chiama Matthew Youlden, aveva solo 8 anni quando durante una vacanza in Spagna suo fratello lo sfida: vediamo chi dei due impara meglio lo spagnolo. Con l’aiuto della gente del posto, che divertita elargiva consigli e istruzioni, i due ragazzi hanno ampliato il loro dizionario ed imparato moltissime espressioni. Da questo momento in poi i due ragazzi hanno colto fin da subito l’apprendimento come un gioco. Ma cos’è che stiamola a tal punto da lanciarsi così nella voglia di imparare una lingua sconosciuta? Senza alcun dubbio, spiega Matt, dietro ci deve essere sempre curiosità e voglia di imparare.

Queste due forze motrici accompagnano ognuno di noi durante tutta la nostra vita e dobbiamo sfruttarle al meglio. Al secondo posto, per così dire, c’è la soddisfazione che si ricava quando ci si rende conto di poter interagire senza problemi, il che non solo risolve numerose difficoltà di tipo pratico, ma aiuta ad immergersi completamente nell’esperienza di viaggio del momento e a cogliere tutte le sfumature del Paese che si sta visitando. Studiare una lingua straniera direttamente con l’ausilio della gente del luogo può essere uno stratagemma divertente che ci aiuta a scioglierci e lanciarci senza difficoltà. Molte persone raccontano, a ragion del vero, che quando si trovano a parlare una lingua straniera si trasformano, diventano qualcun altro oppure riescono a tirare fuori sfaccettature del proprio carattere che non conoscevano oppure che nella propria lingua restano nascoste. Ad esempio c’è chi acquisisce maggior sicurezza, chi esprime il proprio umorismo, chi riesce ad essere più chiaro ed esaustivo.

Questo aspetto è strettamente legato ad un altro meccanismo più psicologico che linguistico; quando impariamo una nuova lingua e la padroneggiamo con disinvoltura impariamo l’importante lezione che non bisogna mai imporsi dei limiti e soprattutto che ogni ostacolo si può superare con il giusto approccio. Trovare lo stimolo per iniziare un’avventura di questo genere può essere più semplice di quanto si pensi: seguiamo le nostri propensioni, i nostri interessi e perché no, sfruttiamo le cose che ci attraggono di più. In modo divertente facciamo un esempio calzante: immaginate di essere al parco e incontrare una ragazza alta bionda, bellissima, di origine danese, magari single…magari no, magari sposata e con prole! Ma noi non lo sapremo mai perché non parliamo la sua lingua e non sappiamo neanche improvvisare una conversazione in inglese! Piuttosto scoraggiante no?

Trovate il vostro stimolo e scoprite alcuni dei nostri corsi che saranno certamente un valido supporto alla vostra curiosità e voglia di imparare!